CONSEGNA GRATUITA SU TUTTI GLI ORDINI
Se acquisti entro le 13 verrà spedito oggi
Accedi AccediRegistrati



Password dimenticata?



ACCEDI

email o password non corrette
Calendario Dell'avvento
-30% Curcuma 12.000mg C3 Complex
Benvenuti nel nostro blog

Pasqua e Pasquetta: come affrontare con successo le abbuffate!

pasqua-e-pasquetta-come-affrontare-con-successo-le-abbuffate

Rinunciare alle delizie presenti sulle nostre tavole sarebbe un sacrilegio; ma come godersi le vacanze di Pasqua senza “pesanti” sensi di colpa? I consigli del nostro nutrizionista dott. F. Cacciabaudo.

 

Preparare l’organismo: frutta e verdura, attività fisica e niente alcool


Per ingrassare dopo un giorno di eccessi, bisognerebbe ingurgitare circa 3.500 calorie in aggiunta alla normale quantità giornaliera! Un’occasionale abbuffata non può quindi avere conseguenze sulla bilancia (il problema nasce semmai quando si assumono calorie extra per un periodo di tempo prolungato).
Per preparare l’organismo ai menù di Pasqua, Pasquetta e weekend annesso, basta seguire questi accorgimenti:


No al digiuno: digiunare è una pratica dannosa e controproducente sia prima sia dopo le abbuffate, in quanto rende l’eccesso calorico ancora più deleterio! Il digiuno è uno shock notevole per l’organismo, che reagisce con un’alterazione dei valori insulinici, lipidici, ormonali, enzimatici ed ematici, risultanti in uno scombussolamento corporeo globale che porta più danni di quanto possiamo immaginare. Il corpo non è programmato per mangiare grandi quantità di cibo in poco tempo ma neppure per digiunare.

No all’alcool: oltre ad essere ricco di calorie (specialmente i cocktail), mette sotto stress il fegato, già sovraccarico di lavoro a causa degli eccessi alimentari. Evitando completamente l’alcool durante il periodo precedente, nei giorni di festa ci si può concedere qualche bicchiere (non più di 2 a pasto) di vino rosso, che può avere un effetto protettivo per i vasi sanguigni.

Si a frutta e verdura (5 porzioni al giorno): L’unico modo che abbiamo per detossificare e ripulire a fondo il nostro organismo è assumere quantità sufficienti di frutta e verdura. La loro azione è duplice, in quanto ricche di fibre, che aiutano a ripulire l’intestino, e di vitamine, che giocano un ruolo chiave nel neutralizzare i radicali liberi, prodotti a seguito della metabolizzazione/detossificazione di tutte le sostanze ingerite nei pasti festivi, che potrebbero danneggiare la funzionalità intestinale. Fare una scorta di frutta e verdura prima delle feste permette quindi al nostro sistema gastro-digerente di affrontare meglio l’eccessivo carico alimentare. Si all’attività fisica: tenersi attivi deve essere un “mantra” tutto l’anno, in quanto effettuare attività fisica permette di mantenersi sani e vivere più a lungo.

E dopo Pasquetta? Il rientro alimentare

I consigli di base sia del pre sia nel post “abbuffata” sono gli stessi. In più, esistono dei trucchi per fare sparire l’inevitabile gonfiore addominale creatosi a seguito del consumo di dolci e cibi troppo elaborati (vedi "7 trucchi per ritrovare il benessere").
In genere, il peso accumulato in 5-6 giorni non è tutto grasso: è frutto in buona parte della ritenzione di liquidi dovuta all'alto consumo di carboidrati (pasta, pane, pizza, patatine e dolci) e sodio. È probabile che circa 500 grammi dell'aumento di peso sia acqua, facilmente eliminabile non appena si ricomincia un'alimentazione equilibrata. Il grasso in eccesso reale è meno di quello che pensate e va eliminato gradualmente, senza panico, tornando alla routine quotidiana.



  7 trucchi per ritrovare il benessere

Scegliete frutti quali mele, arance, kiwi, ananas, particolarmente efficaci contro il gonfiore;  Mangiate almeno 300 gr di finocchio al giorno; Bevete 2 litri di acqua al giorno; Se avete ecceduto con alcool e cibi particolarmente elaborati,
può essere utile l’assunzione di un disintossicante naturale come il cardo mariano il cui principio attivo la Silmarina, flavonoide dalle note proprietà antiossidanti e depurative soprattutto nei confronti del fegato; Se nonostante si torni ad una dieta equilibrata, dovesse persistere la sensazione di gonfiore addominale, affidatevi ai probiotici: facilitano il buon funzionamento dell'apparato digerente e del sistema immunitario. Per almeno una ventina di giorni evitate alimenti ricchi di istamina/istamino-liberatori: vino, birra, salumi, wurstel, spezie, crauti, cavoli, spinaci, pomodori, conserve, aringhe e salmone, tonno, alici, sardine, frutti di mare, crostacei, lumache, formaggi stagionati (gorgonzola, groviera, parmigiano, provolone, ecc.), fragole, banane, cioccolato. Con la graduale scomparsa dei sintomi, riprenderetene gradualmente l'assunzione. Seguite una dieta sana ed equilibrata: mangiare sano è la chiave per stare bene e tenersi in forma. Se durante tutto l’anno si segue una dieta sana ed equilibrata, qualche abbuffata durante le feste non può stravolgere l’equilibrio metabolico e fisico.

Detox post festivo

Da seguire ogni volta che si eccede con il cibo e quando ci si sente particolarmente gonfi.

Colazione

Un tè al limone, 2 fette biscottate con un filo di miele, un caffè;
Oppure
1frullato con 100ml di latte e 5 fragole, 1 biscotto integrale, un caffè;
Oppure
 50gr di pane integrale con 30gr formaggio fette 2 light e bresaola, un caffè;

Pranzo

50 grammi di cous cous con verdure di stagione, condito con spezie e olio extravergine d’oliva, con 70gr di tonno al naturale, 2 kiwi;
Oppure
50 grammi di riso allo zafferano con funghi e 50gr di prosciutto cotto, 1 fetta d’ananas;
Oppure
1 piatto di minestrone di verdure con patate e legumi condito con un filo d’olio, involtini di melanzane grigliate, farcite con 60gr di crudo e salvia, 1 mela.

Spuntino

4 mandorle, uno yogurt magro alla frutta
Oppure
3 noci e 1 spremuta di arance senza zucchero;
Oppure
3 noci brasiliane e 1 yogurt bianco.

Cena

200 grammi di merluzzo condito con un olio, limone e prezzemolo, insalata d’arance con finocchi e olive nere.
Oppure
180 grammi di petto di pollo cotto alla piastra, condito con olio, aceto di mele (o limone) e rosmarino, spinaci passati in padella con peperoncino e aglio, una mela;
Oppure
insalata mista con 200 grammi di carpaccio di pesce spada e salmone, mandorle e pepe rosa, carote cotte al vapore e una coppa di fragole.

Buona Pasqua!


Articoli correlati:

Pasqua attiva, tra borghi e natura

Acqua Detox: 10 ricette gustose, dissetanti e piene di salute!


Lascia un commento su questo articolo

Indirizzo e-mail
Nome e Cognome
Commenti


Commenti

Attenzione: Le opinioni presenti di seguito sono espresse dai clienti Simply Supplements. Simply Supplements non è responsabile delle medesime. Esse non possono, inoltre, essere considerate dei consigli medici.

Lascia un commento per primo
Simply Supplements Facebook
Simply Supplements Twitter
Simply Supplements Instagram
Simply Supplements Pinterest
Simply Supplements Blog
Simply Supplements YouTube




© SimplySupplements™ 2018   Tutti i diritti riservati

Show Bottom Menu
Continua a leggere +

payment options
top of page